Partiamo dallo scatto riportato per raccontare di qualcosa di davvero piacevole. Il murales di Claudio Chiaravalloti è di forte impatto e di grandi dimensioni. Si nota eccome anche al primo semplice passaggio, e lancia un bel messaggio di speranza, ma con uno sguardo al passato. La storia come guida per le generazioni future, diversissime età innamorate del mare e della pesca. Raccontiamo in cosa ci siamo imbattuti passeggiando per il borgo marinaro.

Nel centro storico di Schiavonea vi è infatti l'ennesimo omaggio al coraggio ed allo spirito di sacrificio dei pescatori del borgo marinaro.Un murales di decine di metri quadri, che davvero lascia per minuti col naso all'insù. Rappresentato un mestiere duro e faticoso, ma che resiste non solo nel cuore delle storiche famiglie marinare. Ennesima brillante iniziativa dell'associazione culturale “Schiavonea e Sant'Angelo Puliti”. Gente appassionata  che spontaneamente dimostra attaccamento e voglia di migliorare il proprio territorio. Street art, grafiche di assoluto valore, chiamatela come volete, ma tutte queste attività artistiche sono segno tangibile di vero e proprio affetto nei confronti dei luoghi. Un amore viscerale, che si manifesta con questi murales e non solo. Come dimenticare la pulizia dei luoghi fatta spontaneamente, i ritrovi culturali per presentare mostre o produzioni letterarie, un risveglio che denota un senso di appartenenza notevole. Spesso da queste pagine vi abbiamo raccontato di degrado, di fogne e di strade dissestate. Ma con piacere raccontiamo di quanto possa dare speranza anche un semplice murales, una raccolta spontanea di rifiuti o piantare un semplice fiore in un'aiuola. Che possa essere un inizio di un nuovo percorso di crescita sociale di tutto il territorio. In fondo stare con le mani in mano e lamentarsi non ha mai migliorato le cose. E di questi tempi, onore a chi ci crede in un futuro migliore.