in foto il prof. Giulio Iudicissa 

Ti ho sentito primo soffio di settembre, lungo un vialetto di pini e di acacie, fresco sulla carne, come al tempo della sognante adolescenza.
E già allora, ricordo, mi recavi un languore, ch’era annuncio dell’estate al traguardo.