in foto il prof. Giulio Iudicissa 

In prossimità della Messa si prescriveva, una volta, il raccoglimento nella preghiera e nella meditazione. Si stava per partecipare al ‘pianto di Dio’. Saluti, abbracci, confabulazioni erano banditi. Risultavano inopportuni, distraevano. Stridevano con il luogo e col mistero.
Si racconta che il grande cardinale Federico Borromeo, fino, ad un attimo prima della Messa, meditava, solo e in preghiera, sui testi sacri. Voleva essere anche un messaggio all’assemblea.