in foto il prof. Giulio Iudicissa 

Voci e volti, in tempo reale, volano, oggi, sui mari e saltano le montagne, avvicinando persone di paesi lontani. E tutto ciò è bello, perché conforta tante solitudini e riannoda amicizie ed affetti.
Viva, allora, il progresso della scienza e della tecnica.
Attenzione, però, perché anche qui, come sempre, c'è il rischio che dal buon uso di uno strumento si passi all'abuso. E dall'abuso alla banalità il passo è breve.