( in foto il Prof. Giulio Iudicissa) 

Bella e santa è la Messa, sempre. Quella vespertina, però, mi raccoglie di più, intenerisce il cuore. 
Mi riporta all’ora dell’ultima cena, quando venne da Gesù istituita, nell’umana tristezza del tradimento imminente.
Assenti musica e canto, c’è solo mistero.