foto calabriadilettanti.it

Mister Tony Mazzacua non ha certamente bisogno di presentazioni. Seppur gli oltre trent’anni di calcio giocato e poco più di venti quelle da seduto in panchina come allenatore, l’evergreen Mazzacua continua a non volersi separare dallo sport. Nell’intervista andata in onda sui nostri canali, il tecnico nativo di Catanzaro, ha toccato tantissimi argomenti del calcio dilettantistico e non solo, partendo dalla nascita di un nuovo progetto del settore giovanile che lo vede coinvolto in prima persona, passando dai giri sporchi che serpeggiano dietro l’intero panorama calcistico, fino ad arrivare ai nuovi strumenti tecnologici da poco introdotti nel calcio. Ma andiamo con ordine.

La notizia sicuramente più piacevole è che a gennaio 2020 partirà una nuova società giovanile, che sarà interamente gratuita e prediligerà le categorie meno abbienti, i bambini saranno selezionati attraverso alcune graduatorie fornite dai servizi sociali con l’ausilio degli organi competenti del comune di Corigliano Rossano, inoltre Flavio Stasi - primo cittadino della città - ha pienamente sposato l’iniziativa mettendo a disposizione al progetto un campo sintetico da calcio a 5 nel territorio di Rossano. Se da una parte si è parlato del bellissimo progetto, in un senso diametralmente opposto il nostro redattore Monte ha provocato il tecnico catanzarese, a parlare del marciume che avvolge lo scenario calcistico ed in particolare quello calabrese, con squadre fantasma che salgono le categorie in pochi anni per poi scomparire nuovamente, citando tra l’altro il libro di Pierpaolo Romani: “ Calcio Criminale”. Lo stesso tecnico però, con estrema franchezza, ha addossato le colpe ad un periodo storico economico poco fiorente, ed inoltre ha aggiunto:<<Questa crisi economica ha permesso a figure negative di avvicinarsi a questa meravigliosa disciplina, brutte persone che utilizzano le società sportive per il solo scopo di ripulire i propri capitali illeciti>>. Nel finale dell’intervista si è parlato della figura dei direttori di gara e dell’utilizzo delle nuove tecnologie. Qui il tecnico Mazzacua ha citato una recente conferenza stampa di Carlo Ancelotti :<< Sono completamente favorevole all’utilizzo del Var e della Goal Line Tecnology, purché sia però disciplinato da un regolamento più chiaro e preciso, senza limitare però l’autonomia nelle scelte dell’arbitro>>.