in foto il direttore generale Gallo e bomber Franco Bianchi 

Vincono i Rangers. Ma che paura

La decide Bianchi all’ultimo respiro.

di Cristian Lifrieri 

 A.S.D. RANGERS CORIGLIANO:  Saine 6, Spina 6.5, Cucuzza 6 (15’ st De Simone G. 6), Perrone 6.5 (20’ st Bianchi 7), Bomparola 6, Sposato 6, De Giglio 6.5 (D’amore 6), Lowe 6, De Marco 6 (33’st Campana 6.5) Filocamo 6, Florio 6.5

In panchina: De Simone F., Salatino, Spezzano, Maio.

All. Screnci (squalificato) 6

 

CAMPANA: 

Tramonti 7, Allevato 6, Caruso 6.5, Vaglica 6, Marinaro 6, Siciliano 5.5, Chimenti 6.5, Maddalone 6 (20’ st Bonanno A.6), Sapia 6.5 (43’ st Define S.v.) , Germinara 6, Lavia 6.

In panchina: Bonano F. All. Germinara 7

 

MARCATORI:

5° pt Perrone (R), 21’ st Sapia (C), 49’st Bianchi (R).

 ARBITRO: De Chiara di Rossano 7

NOTE: spettatori 100 circa; angoli 5-0; Recupero: 0’ pt e 5’ st

 Tutto ci si aspettava tranne che i Rangers potessero soffrire cosi tanto. I coriglianesi infatti riescono a guadagnare i tre punti solo grazie ad una perla nel finale di Bianchi, che sigla sul due a uno il risultato.

La squadra di Mister Screnci fatica, tanto in difesa quanto a centrocampo. Le occasioni create sono state sicuramente tante, almeno due con Perrone ed altrettante con Lowe nel primo tempo. Nel secondo tempo però con il vento a sfavore gli ionici soffrono l’arrembaggio del Campana subendo la rete del pareggio.

La squadra di Mister Germinara seppur con gli uomini contati (appena quattordici giocatori) è arrivata a Corigliano disinvolta, spregiudicata e pronta a qualsiasi risultato, alla fine stava pure riuscendo nell’impresa di ottenere un punto.

La gara. Partono forte i padroni di casa; al 5° pt è Perrone, ben servito da Spina, a sbloccare il risultato con la solita disinvoltura che lo contraddistingue sotto porta.

I coriglianesi provano subito a raddoppiare, ma è l’ottimo Tramonti, appena sedicenne, a negare la gioia del gol a Lowe in almeno due occasioni.

Nella ripresa gli ospiti prendono coraggio e con Chimenti vanno vicino al gol. La rete è nell’aria ed infatti Sapia al minuto 21° st con un tiro lento ma chirurgico, riacciuffa i Rangers portando la propria squadra sull’uno a uno.

Al Tonino Sosto l’aria diventa surreale, il silenzio cala sulle gradinate ed i giocatori in campo diventano timorosi non riuscendo più a creare nulla di pericoloso.

Gli ultimi dieci minuti però i padroni di casa prendono coraggio ed al 45° st Campana va vicinissimo al gol calciando di poco al lato. Tutto lascia presagire al pareggio, ma ecco il tocco di classe; il solito Bianchi, duro a morire, decide di fare tutto solo liberandosi di due uomini e calciando all’angolino basso segnando il gol della vittoria.

Rangers adesso a +3 dall’Albidona, che domani dovrà affrontare il Villapiana tra le mura amiche.

In una giornata del tutto primaverile è ottima la direzione dell’arbitro De Chiara.