in foto il tecnico del Marina di Schiavonea, Vincenzo Pacino 

Marina di Schiavonea 1

Juvenilia Roseto 1

Di CESARE MINGRONE

 

Marina di Schiavonea

De Luca 6, Gagliarde 6, Bianco 6 (dal 32’st Filadoro S.v.), Curatelo F.A. 6,5, Schifino 5, Villella 5, Curatelo F. 6 (dal 26’st Grispino 5,5), Faraco 6, De Giacomo G. 5,5, Zangaro 7 (dal 8’st Perfetto 6), Tedesco 5,5  

A DISPOSIZIONE Visciglia, Dima, Colazzo, De Giacomo L., Roberti, Sabi.  All. Vincenzo Pacino 6

 

Juvenilia Roseto

Maida 6, Sbrissa 7, Storino 5, Jabarteh 6 (dal 1’st D’Amore 5,5), Scigliano 6, Ndaye 6 (dal 41’pt Torsitano 5,5), Carbone 6, Vivacqua 6, Golia G. 5,5, Golia S. 6,5, Galati 5

A DISPOSIZIONE Paladino, De Leo, Fioriello. All. Davide Falcone 6,5

 

Arbitro: Davide Fiore di Cosenza 5,5 (Zappino e Nicolosi)

 

Marcatori: 22’pt Zangaro rig. (M.S.); 23’st Sbrissa (J.R.)

 

Note: Ammoniti:  Curatelo F. (M.S.); D’Amore (J.R.)  

         Espulsi: Schifino (M.S.); Storino, Galati (J.R.) per doppia ammonizione.

         Corner 6/3; recupero 5/5

         Spettatori 200 circa

         Giornata di sole con temperatura primaverile.

 

 Il Marina di Schiavonea spreca, la Juvenilia ringrazia e porta a casa un punto insperato. In vantaggio di una rete e con la doppia superiorità numerica, la squadra di mister Pacino non è riuscita ad ottenere i tre punti che avrebbero permesso ai marinari di scavalcare in classifica proprio la Juvenilia Roseto. Il pari maturato al “Maria ad Nives” è un risultato che sta molto stretto ai padroni di casa, ma gli ospiti hanno avuto il merito di non disunirsi e di crederci fino in fondo. Pareggio che sicuramente soddisfa la Juvenilia Roseto, con i rosetani che grazie al nulla di fatto, mantengono il vantaggio di due lunghezze sulla squadra marinara.

La gara: pronti via e dopo soli cinque giri di lancette a cestinare una ghiottissima occasione da rete è stato De Giacomo G. che, seppur con l’attenuate delle non perfette condizioni fisiche, da due passi ha graziato il portiere ospite. Scampato il pericolo, dopo un periodo di studio, ad andare vicina al pari è stata la squadra ospite con Ndaye che ha impegnato De Luca. Al ventiduesimo l’episodio che ha sbloccato la partita: serpentina di Zangaro in piena area di rigore ed intervento scomposto ai suoi danni da parte di Sbrissa. Penalty calciato alla perfezione dallo stesso numero dieci marinaro e vantaggio per i suoi. Padroni di casa più intraprendenti, che però hanno sprecato il raddoppio con Tedesco, il quale, dopo aver recuperato palla caparbiamente, si è involato verso Maida non riuscendo però a batterlo. Episodio che però ha mandato su tutte le furie Storino, con lo stesso che ha collezionato due gialli in rapida successione. Situazione che non ha demoralizzato i ragazzi di mister Falcone, comunque andati vicini al pari proprio al tramonto della prima frazione di gara con Carbone che, in occasione di un corner, non è stato abbastanza preciso. Seconda frazione di gara apertasi con il Marina di Schiavonea in fisiologico predominio, con Curatelo F.A. e Tedesco che hanno provato, senza fortuna, a battere Maida. Juvenilia che però non è stata a guardare e ci ha provato con D’amore, subito prima dell’episodio che sembrava avesse consegnato definitivamente la gara nelle mani della squadra di casa. Al ventiduesimo della ripresa Galati, già ammonito, è entrato in maniera scomposta su un avversario costringendo il direttore di gara ad espellerlo. Ma, un giro di lancette più tardi, ad arrivare è stato il pareggio ospite: assist dalla destra di Carbone per Sbrissa che, lasciato colpevolmente solo in piena area di rigore dalla coppia dei centrali marinari, ha battuto l’incolpevole De Luca. Partita nervosa nel complesso ma tensione altissima nei minuti finali, con i padroni di casa smaniosi di ottenere l’intera posta in palio e gli ospiti a difendere. A farne le spese Schifino il quale, in pieno recupero, è stato espulso per somma di ammonizioni  in occasione di due falli di frustrazione.

A conti fatti, il Marina di Schiavonea ha sprecato una ghiottissima occasione per mettersi in una posizione di classifica abbastanza tranquilla, mentre la Juvenilia Roseto ha ottenuto un punto insperato per come si era messa la partita ma conquistato con caparbietà e consapevolezza dei propri mezzi. Buona cornice di pubblico presente sugli spalti in una giornata dall’impronta primaverile.