Olympic Rossanese 1

Cutro 0

Di CESARE MINGRONE



OLYMPIC ROSSANESE

Ramunno 6,Granata 6, Mirabelli 6, Salandria 6,5 (dal 43’pt Attadia 7), Sposato 6,5,Alfano 6,5, Manfredi 6,5, De Simone 6, Bellitta 6, Tramontana 6 (dal 30’st Zangaro S.v. (dal 47’st Benincasa S.v.), Bongiorno 6,5 (dal 6’st Morfò 6).

A DISPOSIZIONE Boutahar, Algieri,Calabrò, Mollo, Librandi. All. Mario Pascuzzo 6,5



CUTRO

Sestito 7, De Luca 6, Correale 6, Garofalo 6, Mercuri 6, Cosentino 6, Liperoti 6,5, Percopo 6 (dal 19’st Prestinice 6), Amelio 6 (dal 37’st Gravina S.v.), Nittica 6,5 (dal 7’st Nunez 6), Rocco 6 (dal 11’st Saadi 6).

A DISPOSIZIONE Cerri, Le Rose, Sansalone, Greco. All. Leonardo Vanzetto 6

Arbitro: Mattia Longo di Paola 6,5 (Mazza e Di Giuseppe)

Marcatori: 31’st Attadia(OR).

Ammoniti: Granata, Sposato, Zangaro (OR); Garofalo, De Luca (C).

Note: Corner 5/2; recupero 1/6

Spettatori 700 circa

Giornata di sole e temperatura mite.

Olympic Rossanese incerottata ma vincente. Con un eurogol del baby Attadia, la squadra di mister Pascuzzo ha ottenuto tre punti contro un Cutro arcigno. Punti importantissimi in chiave play off, ma con un valore morale ben più alto in quanto arrivati dopo una settimana abbastanza travagliata per la squadra bizantina. Il Cutro di mister Vanzetto ha però disputato un’ottima gara, sfiorando anche il colpo grosso poco prima del gol partita. Olympic Rossanese premiata dalla determinazione e dal sacrificio, considerato che è scesa in campo con uomini in precarie condizioni fisiche e con una serie di infortuni patiti anche durante il corso del match.

La gara:primi minuti di gioco di chiara marca rossoblu Olympic, con i padroni di casa che sono andati vicini al vantaggio due volte con De Simone, immediatamente dopo aver reclamato un penalty per una presunta irregolarità ai danni di Bongiorno. Il Cutro, in assetto abbastanza difensivo, sfruttando le opportunità in ripartenza concesse dall’Olympic, si è affacciato dalla parti di Ramunno con Amelio e Mittica ma è stato Bongiorno a sfiorare il vantaggio per i suoi, con Sestito a superarsi deviando in corner. Tra la fine del primo e l’inizio del secondo tempo doppia tegola per mister Pascuzzo, con Salandria e Bongiorno che hanno dovuto lasciare il campo per infortunio. Al ventiduesimo limpida occasione da rete creata dagli ospiti, con il neo entrato Nunez che, da due passi, ha graziato Ramunno sparando sul fondo. Al trentaduesimo l’episodio che ha deciso l’incontro: palla tra i piedi di Attadia e tiro di prima intenzione dalla distanza con Sestito che nulla ha potuto per evitare la capitolazione. Finale di gara con l’Olympic ancora vicina alla rete, ma Sestito è stato impeccabile sulle conclusioni di Attadia e Morfò. Costretto alla resa sempre per infortunio anche Zangaro, il quale ha giocato solo diciassette minuti, ma che aveva preso parte alla gara in condizioni di forma non ottimali.

Vittoria di misura par l’Olympic Rossanese che, a conti fatti, ha legittimato l’andamento della gara. I rossoblu di casa hanno primeggiato in termini di possesso palla, ma la squadra di mister Vanzetto era riuscita bene ad imbrigliare gli avversari fino all’episodio risolutore. Difficile trovare un’insufficienza tra i ventidue in campo, con le due compagini che hanno dato vita ad un incontro piacevole da seguire, in una giornata di chiara impronta primaverile.

Buona la cornice di pubblico sugli spalti e “Brigata Bizantina” incessantemente ad incitare i propri beniamini. Bel siparietto finale con tutta la squadra dell’Olympic Rossanese a cantare assieme agli Ultrà e Benincasa a guidare il coro “Torneremo in serie D”.