ASD ROSSANESE: una stagione di soddisfazioni grazie alla linea “verde”( di Cesare Mingrone)

0

Puntare sui giovani “premia”. E’ stato questo il caposaldo di società e staff tecnico dell’ASD Rossanese quando, ad inizio stagione, hanno deciso di assemblare una squadra “giovane” e quasi totalmente autoctona con l’obiettivo di ottenere la salvezza il prima possibile.

Puntare sui giovani “premia”. E’ stato questo il caposaldo di società e staff tecnico dell’ASD Rossanese quando, ad inizio stagione, hanno deciso di assemblare una squadra “giovane” e quasi totalmente autoctona con l’obiettivo di ottenere la salvezza il prima possibile.

A conti fatti, con i campionati ormai in archivio, si può affermare che la scommessa è stata ampiamente vinta dal Presidente Abbruzzese e da tutto il suo entourage, con la conquista addirittura della quinta piazza in classifica e l’ottenimento del premio “Progetto giovani” istituito dal CR Calabria. Ancora più valore, dunque, assume il posizionamento ottenuto, considerato che la squadra, allenata da mister Aloisi ed assemblata dal direttore Sifonetti, è stata insignita del riconoscimento come squadra che, nel girone di appartenenza, ha utilizzato nell’arco della stagione il maggior numero di calciatori “under”, al netto del numero minimo obbligatorio.

Nonostante tutto, la “giovane” Rossanese è riuscita a fare dello “Stefano Rizzo” un fortino quasi inespugnabile, con undici vittorie, un pareggio, tre sconfitte e trentaquattro punti conquistati, meglio anche della Morrone che al “Marca” di punti ne ha conquistati trentatre. Fisiologico, considerata l’età media della squadra di soli ventuno anni, l’opposto rendimento esterno con soli nove punti all’attivo ma, assunto quello che era l’obiettivo di inizio stagione, si è andato ben oltre ogni più rosea aspettativa.

Sono lavoro, impegno, organizzazione e lungimiranza le componenti che hanno portato ad un risultato su cui in pochi avrebbero scommesso; sicuramente ci ha creduto fin dal principio mister Luca Aloisi, tra i più giovani, se non il più giovane, tra i tecnici del panorama calcistico calabrese. Nonostante la rosa rivoluzionata rispetto alla passata annata, con i soli Carrozza, Rizzo e Sifonetti riconfermati, ha deciso subito di sposare il nuovo progetto propostogli dalla dirigenza, che aveva la valorizzazione della “linea verde” come punto fermo. I giovani hanno risposto alla grande, come testimoniano i numeri di Federico (classe ’95) e Diaco (classe ’98) su tutti, i quali hanno messo a segno rispettivamente dieci e nove reti.

Legittimamente euforico e soddisfatto mister Aloisi ha parole al miele per tutti: “ho lavorato in modo abbastanza tranquillo vista la grande serenità che è riuscita a trasmette a tutti la nostra società. Un grazie va al direttore Sifonetti ed al team manager Beschin per il lavoro di coordinamento tra squadra e dirigenza, comunque sempre nel rispetto dei propri ruoli. Encomiabile anche il lavoro del massaggiatore Sessa, lo storico massaggiatore della Rossanese, e del preparatore dei portieri Pirillo. Un grazie, in conclusione, alla Società tutta per averci messo nelle condizione di poter lavorare con profitto.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ankara escort
london escorts
Copyright ©Piazza Grande TV All rights reserved. | CoverNews by AF themes.