Niente da fare. Della spiaggia di Schiavonea poco importa. Torniamo a raccontare di una situazione di disagio e sporcizia presente su una precisa parte di litorale da almeno una decina d’anni.

Siamo di fronte il complesso “La Perla Jonica”, nei pressi del porto. Sulla spiaggia vi è da tempo un lampione caduto, con tanto di base arrugginita tagliente in bella mostra. Non sono bastate, in questi anni, segnalazioni e reportage, nessun intervento, nessuna rimozione. Più avanti ecco la solita discarica. Ma non si tratta di rifiuti qualsiasi. Siamo infatti in una zona ormai arcinota per essere la parte di lungomare occupata dalle prostitute. Bottiglie di birra, fazzolettini di carta sporchi e preservativi usati sono da anni la cronistoria classica di giornate di meretricio. E se non fosse per qualche residente di buona volontà che saltuariamente da una ripulita ci si imbatterebbe in quintali di questa particolare spazzatura monotematica. Prostituzione sin dal pomeriggio e centinaia di fazzoletti sporchi, povera spiaggia di Schiavonea.